Blackwork- tutorial e schemi

Tradizionalmente il ricamo blackwork veniva utilizzato per decorare camicie, colletti, polsini, gorgiere e grembiuli per signore e signori.

Inizialmente veniva chiamato “merletto dei poveri” a causa del suo aspetto di pizzo, era popolare in Inghilterra dalla fine del 1400 all’inizio del 1600.
I disegni erano normalmente geometrici o floreali. Il filo di seta nero è stato utilizzato su uno sfondo di lino bianco a trama uniforme sebbene in alcune occasioni vengano usati anche altri colori, come nello scarlatto , dove il ricamo è lavorato con filo rosso.
Caterina d’Aragona fu regina d’Inghilterra dal 1509 al 1533 e rese popolare il termine “Spanish Blackwork” per la sua predilezione per il ricamo.
Oggi il blackwork può essere utilizzato su un’ampia gamma di tessuti, utilizzando una varietà di fili, colori e disegni.

Cos’è necessario per ricamare un blackwork?

  • Tessuto Hardanger conteggio 22 . In alternativa puoi usare  della tela Aida.
  • Filo da ricamo nero
  • Un ago con una cruna smussata
  • Un paio di forbici da ricamo
  • Un telaio da ricamo

Blackwork utilizza tradizionalmente due tipi di punti: contorno e riempimento.

Il punto contorno viene prima lavorato per dare definizione alla forma richiesta e i punti di riempimento vengono lavorati all’interno delle forme delineate.
Il punto Holbein (o punto scritto) si utilizzano per evidenziare i contorni
I punti di riempimento sono generalmente costituiti da un unico motivo che si ripete formando un motivo.

Come si realizza il punto scritto?

Il  *punto scritto (il punto scritto è rappresentato graficamente da una linea continua)si può eseguire due metodi ricamando con il punto Holbein o a doppia filza oppure con il classico punto all’indietro.

 

1 versione: consiste in una filza  fatta in una andata e un ritorno
Se il ricamo  viene eseguito correttamente il rovescio risulterà perfettamente uguale al diritto

 

 

 

2Versione: si ricama un punto dietro l’altro. Il rovescio risulta a punto erba.

 

 

In entrambi i casi devi fare attenzione a far entrare e uscire l’ago più o meno nello stesso punto ovvero dalla stessa parte, perché i tratti siano allineati e la linea risulti continua.

Ecco una raccolta di schemi facili per iniziare a prendere pratica con questi stupendi ricami

 

Visite totali 356 , Visite oggi 1 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.